ricetta-lasporta-crostata-di-fragole

Primavera + fragole = crostata!

Quando si parla di primavera –  a tavola – il primo pensiero va alla fragola. Il frutto che rappresenta questa splendida stagione per colore e sapore. Tra le tante ricette abbiamo pensato subito alla crostata di fragole che per bellezza e bontà metterà in tavola tanta allegria. Un consiglio? Divertitevi a cucinarla con i figli, il compagno o la compagna… sarà sicuramente più gustosa…

Gli ingredienti

Per la pasta frolla: 200gr di farina 00, 100gr di zucchero, 100gr di burro ammorbidito, 1 uovo,1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone, un pizzico di sale

Per la crema pasticcera: 300ml di latte intero, 3 tuorli d’uovo, 75gr di zucchero semolato, 27gr di amido di mais

Per la decorazione: 500gr di fragole, 1 bustina di gelatina / o colla di pesce

Preparazione: Cominciamo dalla frolla. Lavoriamo il burro e lo zucchero fino ad ottenere un impasto omogeneo, aggiungiamo l’uovo e incorporiamo farina e scorza di limone. Dopo aver ottenuto una pasta morbida formiamo una palla, chiudiamola nella pellicola trasparente e facciamola riposare un’ora in frigorifero.

Mentre la frolla riposa, prepariamo la crema pasticcera. Montiamo i tuorli d’uovo a neve aggiungiamo lo zucchero, l’amido di mais setacciato e mescolando bene il tutto. In un pentolino scaldiamo il latte quasi in ebollizione, togliamolo dal fuoco e aggiungiamone un bel goccio alle uova per poi versare tutto nella pentola. A fuoco medio basso, mescoliamo senza lasciare mai la frusta finché la crema non si sarà addensata.

Travasiamola in una scodella bassa e larga, ricopriamola con la pellicola per alimenti. Per farla raffreddare velocemente poniamo il contenitore in uno più grande con acqua e ghiaccio, quindi mettiamo in frigorifero per completare il raffreddamento.

Riprendiamo la pasta frolla e stendiamola sul piano lavoro ben infarinato fino a formare uno strato di circa mezzo centimetro. Trasferiamo la sfoglia nello stampo da 26 cm di diametro. Tagliamo il bordo in eccesso e bucherelliamo con una forchetta la superficie della frolla, copriamola interamente con un foglio di alluminio e poniamoci sopra un bello strato di riso o fagioli secchi.

Facciamo cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per circa 30 minuti. Togliamo riso e alluminio e rimettiamo la base in cottura per altri 5/10 minuti. Tiriamola fuori dal forno e lasciamola raffreddare.

Adesso prendiamo le fragole, le laviamo e le asciughiamo. Distribuiamo la crema nella frolla e procediamo a decorare appoggiando le fragole intere in modo circolare partendo dall’esterno fino al centro (le fragole più grandi all’esterno e quelle più piccole all’interno). Possiamo anche tagliare le fragole a fettine regolari seguendo l’altezza del frutto e posizionarle sempre partendo dall’esterno verso l’interno.

Prepariamo la gelatina secondo le istruzioni indicate sulla confezione della colla di pesce (di solito il foglio viene sciolto in acqua tiepida per alcuni secondi) e ricopriamo le fragole. Mettiamo in frigo la crostata e facciamola riposare per un’ora.

Possiamo aggiungere anche altra frutta nella decorazione, kiwi, banane, mirtilli e ribes l’importante è che siano sempre freschissimi!

Il lavoro sarà davvero ben ricompensato… mai vista una crostata tanto bella quanto buona

tartufi-al-caffè-e-cioccolato-fondente-la-sPorta

Tartufi al caffè e cioccolato fondente

Una ricetta davvero golosa e di facile realizzazione da fare in appena cinque minuti, il tempo per un caffè!

Ingredienti per 15 tartufi: 50 gr cioccolato fondente al 70%, 100 gr di biscotti secchi,1 cucchiaino caffè solubile (facoltativo) 15 gr burro 50 ml/gr caffè ristretto (fatto con la moka) 20-40 gr zucchero (a gusto 20 gr per chi preferisce sentire il fondente) codette di cioccolato o cacao in polvere.

Come li realizziamo?

Sciogliamo il cioccolato fondente con il burro a bagnomaria o nel microonde. Tritiamo finemente nel frullatore o nel mixer i biscotti insieme al caffè e amalgamiamo ben bene il tutto con lo zucchero lasciando raffreddare in frigorifero per circa un’ora. Quando l’impasto si sarà solidificato formiamo delle palline di 15 gr l’una e passiamole in una ciotola in cui avremmo versato le codette di cioccolato o, il cacao in polvere a scelta per poi organizzarle nei pirottini di carta!

Un consiglio: conservare in frigorifero e consumare entro  3 giorni

frittelledi mele al mielelasporta

Le Frittelle di mele al miele di La sPorta

Un dolce con il miele per i più golosi…

Questa settimana la nostra ricetta, semplice e veloce, avrà come protagonista il miele che, per le sue preziose proprietà, dovrebbe essere sempre  presente sulla nostra tavola!

Frittelle di mele al miele per tutta la famiglia

Aprite la dispensa e munitevi di: 100 g farina, 50 g birra,10 g zucchero, 2 mele, 1 uovo, Grand Marnier, miele (un solo cucchiaino), olio per friggere, un pizzico di sale.

Misceliamo insieme la farina, la birra, i 70 g di acqua, lo zucchero, il tuorlo dell’uovo e il cucchiaino di Grand Marnier. Lasciamo riposare il composto per circa mezz’ora. Mentre il composto riposa, sbucciamo le mele lasciandole intere e “buchiamole” estraendo delicatamente  il torsolo con un pelapatate tondo. Ora tagliamo le mele a rondelle non più alte di cm 0,5 (circa 10). Montiamo a neve l’albume con un pizzico di sale e incorporiamolo alla pastella dopo la sua buona mezz’ora di riposo.

Immergiamo le fette di mele nella pastella e friggiamole in abbondante olio non troppo caldo (160 °C)  per circa 5-6′’. Dorate e ancora calde ricopriamole con tanto profumatissimo miele liquido 😊

Per i più curiosi… 

Facilmente digeribile, il miele contiene vitamine, enzimi, oligominerali e sostanze antibiotiche., aiuta a fissare il calcio e il magnesio alle ossa (quindi eccezionale per chi soffre di osteoporosi) .

Se vogliamo entrare nel dettaglio, ogni tipo di miele ha specifiche proprietà farmacologiche:  il miele d’acacia è un ottimo disintossicante e antinfiammatorio delle vie respiratorie, quello di tiglio ha proprietà sedative ed è utile per combattere l’emicrania. Il miele d’eucalipto è un espettorante, vermifugo e antitosse e quello di erica è diuretico ed antianemico.  Il miele di lavanda invece è ottimo per  uso esterno sulle bruciature mentre, quello di conifera, inibisce le affezioni respiratorie. Il miele di biancospino è rinomato per le sue proprietà calmanti e viene consigliato contro l’ansia e l’insonnia, mentre, quello di castagno è ottimo per la circolazione. Consumare miele quotidianamente dunque non è solo un gran piacere per il palato ma è anche un modo per stare meglio.

A 45°C il miele cristallizzato torna liquido, ma  superata questa temperatura gli enzimi, le vitamine e le altre sostanze attive vengono danneggiate, quindi, quando andremo ad aggiungerlo ad una bevanda calda, assicuriamoci che non sia bollente per non sottrarre gran parte delle sue proprietà.

Orange tangerine mousse

Mousse di clementine

Ingredienti per 6 porzioni

–  500 gr. di clementine
– 2 uova intere
– 40 gr. di zucchero
– 15 gr. di amido di mais (maizena)
– 1 vasetto di yogurt magro
– 1 pizzico di sale, necessario solo per per montare a neve gli albumi delle uova

Preparazione

Spremete il succo delle clementine, e scaldatelo fino all’ebollizione.

Mescolate i tuorli con lo zucchero e l’amido di mais, fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Versate il succo caldo delle clementine sulla crema e mescolate con attenzione, aggiungendo infine lo yogurt.

Versate il tutto in un pentolino e mettete di nuovo a scaldare fino a quando la crema abbia raggiunto la giusta densità.

Montate a neve gli albumi d’uovo,

Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Alla fine, aggiungete i bianchi d’uovo con delicatezza e attenzione.

Distribuite la mousse in coppette di vostra scelta e mettete in frigo per qualche ora.

 

Orange cake with icing, selective focus

Plumcake all’arancia

Ingredienti

– 1 arancia non trattata: succo e scorza
– 170 gr di burro morbido o 180 gr di margarina morbida
– 250 gr di zucchero
– 4 uova
– 50 gr di latte
– 250 grammi di farina tipo 0
– 1 bustina di lievito in polvere per dolci

Preparazione

Imburrare uno stampo per plumcake.

Grattugiare la scorza di arancia; unire al burro, zucchero e uova e lavorare fino ad ottenere un impasto morbido.

Aggiungere il latte, il succo dell’arancia (gradualmente) e la farina, in ultimo aggiungere la bustina di lievito.

Cuocere in forno statico a 160° per circa 45 minuti.

Al posto delle arance si possono utilizzare tre bei mandarini.