confettura di melograno

Confettura di melograno

La confettura di melagrano è una conserva dal sapore davvero particolare che, oltre ad essere apprezzata sul pane, potrà accompagnare un piatto di formaggi misti. Di questo frutto novembrino dalle mille proprietà, nella preparazione della confettura si utilizzerà il succo che verrà estratto con un comune spremiagrumi senza doverlo sgranare. Al succo vi aggiungeremo lo zucchero, il succo di limone e pezzetti di mela al fine di far addensare in modo naturale.

Ingredienti per due vasetti (sterilizzati): 1 litro di succo pari a circa 2,5 kg di melograni, 2 mele, 1 limone, 500 gr di zucchero.

Procedimento: tagliamo i melograni a metà e ricaviamone il succo con lo spremiagrumi. Filtriamo il succo facendo attenzione di togliere le parti bianche e i semini e versiamolo in una pentola dal fondo spesso. Laviamo e tagliamo le due mele a dadini e aggiungiamole al succo nella pentola con lo zucchero il succo a la buccia di limone e mescoliamo tutto. Cuociamo a fiamma media mescolando con un cucchiaio di legno di tanto in tanto per circa 1 ora eliminando la schiuma con un colino. Passata un’ora togliamo la pentola dal fuoco e con un frullatore ad immersione (facendo attenzione agli schizzi incandescenti) frulliamo tutto. Rimettiamo la pentola sul fuoco e concludiamo la cottura lasciando cuocere per altri 40 minuti circa.
Versiamo la confettura ancora calda nei vasetti precedentemente sterilizzati chiudiamo ermeticamente e capovolgiamoli tappo in giù. Una volta freddi è consigliabile sistemare i vasetti con la confettura in una pentola contrastandoli con canovacci, coprirli di acqua da portare a bollore. Calcoliamo circa 20/30 minuti dal bollore e poi spegniamo e facciamo raffreddare i vasetti lasciandoli nell’acqua. Una volta freddi possiamo sistemarli in dispensa.  La marmellata di melograno si conserva per più di 6 mesi.
Marmellata di zucca e zenzero La sPorta

La marmellata di zucca e zenzero

Cosa c’è di meglio che fare colazione con pane e marmellata?

Ecco una ricetta che non può mancare tra le nostre tante proposte. Soprattutto per quel retrogusto piccante che a noi piace davvero molto….

Per 3 vasetti da 150 gr circa:

Ingredienti: 500 gr di zucca cotta, 10 gr di zenzero in polvere, 1 limone bio, 370 gr di zucchero, 100 gr di acqua.

Preparazione: la zucca dovrà essere pesata cotta, dunque per avere 500 gr di zucca dovremo partire da circa 1,6 chilo di zucca con buccia. Possiamo anche usare lo zenzero fresco cercando di fare attenzione a non esagerare per non rendere la marmellata troppo piccante.  Procuriamoci inoltre dei barattoli con coperchio che dovranno essere sterilizzati. Sterilizzare i barattoli è un’operazione non troppo complicata ma un po’ lunga e dunque ci conviene cominciare due ore prima di cucinare al fine di trovare tutto già pronto al momento del travaso.

Preriscaldiamo il forno a 200 gradi, tagliamo la zucca a fette pulendola da semi e filamenti e posizioniamola in una leccarda da forno e inforniamo per 30 minuti. Dopo i minuti di rito togliamo dal forno e dividiamo la polpa dalla buccia, dovremmo ricavare 500 gr. per poi tagliarla a cubetti della stessa dimensione e poniamo il tutto in una casseruola. Aggiungiamo lo zenzero, buccia grattugiata e succo di limone.

In un pentolino sciogliamo lo zucchero con l’acqua mescolando per qualche minuto fino ad avere uno sciroppo che uniremo alla zucca già sul fuoco. Portiamo a bollore a fuoco lento per circa un’ora, teniamo d’occhio la marmellata, mescoliamola di tanto in tanto al fine di evitare che si attacchi sul fondo.

Dopo 45 minuti dal primo bollore togliamo la casseruola per pochi minuti dal fuoco, passiamo la marmellata con un frullatore ad immersione facendo attenzione agli schizzi (incandescenti) e riprendiamo la cottura per altri 15 minuti, fino alla sua completa cottura. La marmellata dovrà essere densa ma non troppo dura mentre cuoce – si raddenserà durante la fase di raffreddamento, ma in caso fosse ancora troppo liquida avrà bisogno di qualche altro minuto di cottura.

Prepariamoci al travaso nei barattoli aiutandoci con un mestolino. Riempiamoli fino a mezzo centimetro dal bordo e chiudiamoli ermeticamente. Capovolgiamoli (tappo in giù) e lasciamoli raffreddare coperti da un panno. Una volta raffreddati conserviamoli al buio. La confettura sarà perfetta da consumare dopo quindici giorni di riposo.

Ottima con il pane a colazione e a merenda sia per grandi che per piccini….

 

 

Focaccia dolce all'uva

Focaccia dolce all’uva 

Rispolverando vecchi testi di ricette ci siamo imbattuti nella focaccia dolce all’uva, un ibrido tra il dolce e salato di tradizione contadina. C’è chi dice sia toscana, chi umbra, chi marchigiana, ma la verità è che è davvero una ricetta golosa che non potevamo non inserire tra le nostre proposte. 
 
Ingredienti per una teglia: 500 gr farina 0, 100 gr. di zucchero, 15 gr. di lievito di birra, 250 ml di acqua, 50 gr di burro, 500 gr di uva 
 
Procedimento: disponiamo la farina in una ciotola e mescoliamola con lo zucchero. Facciamo un piccola buca nella farina e, dopo aver sciolto il lievito di birra in un  goccio di acqua tiepida,  versiamolo nel mezzo. 
 
Iniziamo a lavorare l’impasto versiamo l’acqua un poco alla volta e, continuando ad impastare, aggiungiamo il burro ammorbidito. Trasferiamo l’impasto in una spianatoia, infariniamo continuiamo a lavorare per 10 minuti fino a rendere il tutto liscio e omogeneo.
 
Facciamo riposare e lievitare l’impasto per circa due ore in una ciotola coperta da un canovaccio. 
Dopo le due ore di riposo, dividiamo l’impasto in due per ricavarne due rettangoli. In una teglia imburrata stendiamo il primo rettangolo e ricopriamo con i chicchi d’uva, (a cui avremo tolto i semi), uno vicino all’altro, e spolveriamo con lo zucchero. 
 
Prendiamo il secondo rettangolo e andiamo a coprire il primo strato di pasta e uva ripiegando bene  i bordi in modo da unirli e chiuderli.  Aggiungiamo su tutta la superficie, ben allineati un altro strato di  chicchi d’uva e facciamo riposare la focaccia per un’altra ora. 
 
Dopo questa seconda lievitazione, spennelliamo con il burro fuso, spolverizziamo con lo zucchero la focaccia e cuociamo in forno preriscaldato a 200°  per circa 20 minuti. 
 
Tagliamo e chiamiamo tutti a raccolta: la merenda è pronta! 
Ciambelle La sPorta

Ciambelle calde per tutti!

Oggi è giornata di ciambelle! Abbiamo aspettato una settimana che la nostra pasta madre crescesse.

E ora, possiamo cominciare a lavorarla a nostro piacimento. Cominciamo dalle ciambelle, perché, dopo tanta pazienza,  ci meritiamo un po’ di coccole.

Gli ingredienti: 500 gr di farina,  250 gr di pasta madre, 200 ml di latte tiepido, 50 gr di burro a temperatura ambiente, 80+50 (per la copertura) gr di zucchero, la scorza grattugiata di mezzo limone.

Procedimento: ieri sera abbiamo messo la pasta madre a sciogliere nel latte tiepido e  abbiamo aggiunto 250 grammi di farina e 80 di zucchero. Abbiamo impastato e lasciato risposare per tutta la notte.

Ora prendiamo l’impasto e uniamo gli ingredienti amalgamandoli. Lasciamo lievitare per un paio d’ore in una ciotola coprendo con un panno. Quando ha lievitato, riprendiamo l’impasto e stendiamolo creando uno spessore di mezzo centimetro. Formiamo dei dischi aiutandoci con un bicchiere o una tazza facendo un buco nel mezzo con un bicchierino da caffè. Adagiamo le ciambelle nella teglia su carta da forno e lasciamole lievitare ancora per un paio d’ore nel forno spento.

Accendiamo il forno a 160° e facciamo cuocere per 20 minuti circa controllando la cottura. Lasciamo raffreddare.

Per i più golosi: le ciambelle possono essere decorate spargendovi sopra lo zucchero, il cacao in polvere o decorandole con cioccolato fuso o glassa a piacimento.

Per chi avesse bambini in casa: facciamoli partecipare, più siamo, meglio stiamo: oltre ad essere divertente passeremo un pomeriggio indimenticabile!

Cornetto

Cornetti fragranti a colazione!

Per cominciare bene la giornata non c’è nulla di meglio che un cornetto caldo fragrante profumato a colazione! Per i più temerari che amano fare tutto da sé, oggi prepariamo i cornetti. E’ arrivato il momento di mettere alla prova le proprie capacità,  la lavorazione non è complicata ma richiede tempo. Ben 48 ore…

Abbiamo preparato la pasta madre? Tiriamola fuori dal frigo e diamoci da fare.

Gli ingredienti:300 gr di farina 00, 100 gr di farina Manitoba, 150 gr di pasta madre rinfrescata il giorno prima, 100 gr di zucchero semolato, 150 gr di latte intero fresco, 60 gr di burro, 1 uovo grande da 60 gr circa, 1 bustina di vanillina

L’occorrente per farcire: per la spennellatura,  1 albume d’uovo. Per la spolveratura: zucchero a velo. Per la farcitura: cioccolata, marmellata, miele.

Indossiamo la parannanza e cominciamo!

Sciogliamo  il lievito madre (rinfrescato ieri) nel latte e riponiamolo nell’impastatrice. Aggiungiamo la farina, il burro e l’uovo leggermente sbattuto.

Azioniamo l’impastatrice (ma per  chi non l’avesse dovrà usare la forza delle proprie braccia!)  fino a quando l’uovo non si è assorbito completamente, dopodiché andiamo ad unire lo zucchero e la vanillina.  Continuiamo ad impastare fino a quando tutto non risulti essere ben lucido e si stacchi facilmente dalla ciotola. Facciamo riposare il composto per circa 4 ore.

Passate le 4 ore di rito, prendiamo il panetto e lo dividiamo delicatamente in due. Stendiamo due cerchi che abbiano uno spessore non superiore al mezzo centimetro. Suddividiamo ogni cerchio in otto triangoli e su ognuno di essi riponiamo un cucchiaio di cioccolato, marmellata o miele (a piacere la farcitura).

Arrotoliamo i triangoli in modo da formare i cornetti. Riponiamo i dolci  su una teglia con carta forno e lasciamoli lievitare per tutta la notte nel forno spento.

Al mattino spennelliamo i cornetti con un tuorlo d’uovo mescolato ad un cucchiaino d’acqua o a qualche goccia di latte.

Facciamo cuocere e dorare i cornetti  a  180°  per circa 15 minuti.

Mettiamo la caffettiera sul fuoco e apparecchiamo la tavola.

La colazione è pronta!

Pasta-madre-lasporta

L’arte della pazienza: la pasta madre

Marmellata di cipolle lasporta

Marmellata di cipolle

La marmellata di cipolle è una ricetta alternativa per sperimentare sapori nuovi. Può essere servita su crostini caldi come aperitivo o per accompagnare la carne come salsa, con scampi scottati, gorgonzola o caprino.

Ingredienti: 1 kg di cipolle rosse, 500 gr di zucchero, 4 foglie di alloro secche, 1 cucchiaio raso di sale, 200 ml di aceto

Preparazione: eliminiamo la buccia delle cipolle e tagliamole a fette molto sottili che divideremo a metà, mettiamole a macerare in un contenitore a chiusura ermetica insieme all’aceto, il sale e le foglie di alloro per 4 ore circa. Dopo aver lasciato riposare le cipolle apriamo il contenitore e aggiungiamoci lo zucchero, mescoliamo e richiudiamo per fare macerare altre 5 ore. Passate anche queste 5 ore, eliminiamo le foglie di alloro e versiamo il tutto in una pentola capiente e, a fuoco lento, lasciamo cuocere per circa 45 minuti. Quando risulterà consistente, versiamola in barattoli di vetro a chiusura ermetica precedentemente sterilizzati e lasciamoli raffreddare tenendoli rovesciati. Lasciamo riposare la marmellata  tenendola in un luogo fresco e asciutto, una volta aperto il barattolo conserviamolo in frigorifero ma consumiamolo comunque in quattro, cinque giorni.

Consigli: per dare più gusto alle cipolle possiamo aggiungere, quasi al termine della cottura del brandy, possiamo inoltre usare zucchero di canna al posto dello zucchero bianco. Per le conserve e le marmellate è davvero consigliabile sterilizzare sempre i barattoli prima di usarli.

 

Fragole e cioccolato - La sPorta

Fragole al cioccolato

Fragole al cioccolato, un dessert fresco e sfizioso, facile da preparare, da effetto choc per un party, un aperitivo o una cena romantica!
Ingredienti per 6 persone: 30 fragole, 500 gr di cioccolato a scelta, 1 cucchiaino di burro.
Per il cioccolato puoi scegliere quello che preferisci: fondente se ami la sua nota amarognola, al latte se preferisci un sapore più morbido o quello bianco che rende il dolce elegante. Il cioccolato inoltre puoi aromatizzarlo con una goccia di caffè, peperoncino o di un liquore a scelta.  Se ti vuoi cimentare ad arte, puoi mescolare sapori e colori immergendo le fragole nel cioccolato fondente e divertirti ad aggiungere gocce e pois con cioccolato bianco…
Preparazione: infilziamo le fragole negli stecchini lunghi (anche quelli per fonduta vanno benissimo), facciamo sciogliere il cioccolato a  bagnomaria con il burro. Quando il cioccolato sarà fuso, immergiamo la punta delle fragole fin dove vogliamo.Poniamo le fragole in un barattolo di vetro o una tazza alti e lasciamole asciugare.Adesso sono pronte per essere servite… accompagnate con una fogliolina di menta fresca…

 

 

ricetta-lasporta-crostata-di-fragole

Primavera + fragole = crostata!

Quando si parla di primavera –  a tavola – il primo pensiero va alla fragola. Il frutto che rappresenta questa splendida stagione per colore e sapore. Tra le tante ricette abbiamo pensato subito alla crostata di fragole che per bellezza e bontà metterà in tavola tanta allegria. Un consiglio? Divertitevi a cucinarla con i figli, il compagno o la compagna… sarà sicuramente più gustosa…

Gli ingredienti

Per la pasta frolla: 200gr di farina 00, 100gr di zucchero, 100gr di burro ammorbidito, 1 uovo,1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone, un pizzico di sale

Per la crema pasticcera: 300ml di latte intero, 3 tuorli d’uovo, 75gr di zucchero semolato, 27gr di amido di mais

Per la decorazione: 500gr di fragole, 1 bustina di gelatina / o colla di pesce

Preparazione: Cominciamo dalla frolla. Lavoriamo il burro e lo zucchero fino ad ottenere un impasto omogeneo, aggiungiamo l’uovo e incorporiamo farina e scorza di limone. Dopo aver ottenuto una pasta morbida formiamo una palla, chiudiamola nella pellicola trasparente e facciamola riposare un’ora in frigorifero.

Mentre la frolla riposa, prepariamo la crema pasticcera. Montiamo i tuorli d’uovo a neve aggiungiamo lo zucchero, l’amido di mais setacciato e mescolando bene il tutto. In un pentolino scaldiamo il latte quasi in ebollizione, togliamolo dal fuoco e aggiungiamone un bel goccio alle uova per poi versare tutto nella pentola. A fuoco medio basso, mescoliamo senza lasciare mai la frusta finché la crema non si sarà addensata.

Travasiamola in una scodella bassa e larga, ricopriamola con la pellicola per alimenti. Per farla raffreddare velocemente poniamo il contenitore in uno più grande con acqua e ghiaccio, quindi mettiamo in frigorifero per completare il raffreddamento.

Riprendiamo la pasta frolla e stendiamola sul piano lavoro ben infarinato fino a formare uno strato di circa mezzo centimetro. Trasferiamo la sfoglia nello stampo da 26 cm di diametro. Tagliamo il bordo in eccesso e bucherelliamo con una forchetta la superficie della frolla, copriamola interamente con un foglio di alluminio e poniamoci sopra un bello strato di riso o fagioli secchi.

Facciamo cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per circa 30 minuti. Togliamo riso e alluminio e rimettiamo la base in cottura per altri 5/10 minuti. Tiriamola fuori dal forno e lasciamola raffreddare.

Adesso prendiamo le fragole, le laviamo e le asciughiamo. Distribuiamo la crema nella frolla e procediamo a decorare appoggiando le fragole intere in modo circolare partendo dall’esterno fino al centro (le fragole più grandi all’esterno e quelle più piccole all’interno). Possiamo anche tagliare le fragole a fettine regolari seguendo l’altezza del frutto e posizionarle sempre partendo dall’esterno verso l’interno.

Prepariamo la gelatina secondo le istruzioni indicate sulla confezione della colla di pesce (di solito il foglio viene sciolto in acqua tiepida per alcuni secondi) e ricopriamo le fragole. Mettiamo in frigo la crostata e facciamola riposare per un’ora.

Possiamo aggiungere anche altra frutta nella decorazione, kiwi, banane, mirtilli e ribes l’importante è che siano sempre freschissimi!

Il lavoro sarà davvero ben ricompensato… mai vista una crostata tanto bella quanto buona

tartufi-al-caffè-e-cioccolato-fondente-la-sPorta

Tartufi al caffè e cioccolato fondente

Una ricetta davvero golosa e di facile realizzazione da fare in appena cinque minuti, il tempo per un caffè!

Ingredienti per 15 tartufi: 50 gr cioccolato fondente al 70%, 100 gr di biscotti secchi,1 cucchiaino caffè solubile (facoltativo) 15 gr burro 50 ml/gr caffè ristretto (fatto con la moka) 20-40 gr zucchero (a gusto 20 gr per chi preferisce sentire il fondente) codette di cioccolato o cacao in polvere.

Come li realizziamo?

Sciogliamo il cioccolato fondente con il burro a bagnomaria o nel microonde. Tritiamo finemente nel frullatore o nel mixer i biscotti insieme al caffè e amalgamiamo ben bene il tutto con lo zucchero lasciando raffreddare in frigorifero per circa un’ora. Quando l’impasto si sarà solidificato formiamo delle palline di 15 gr l’una e passiamole in una ciotola in cui avremmo versato le codette di cioccolato o, il cacao in polvere a scelta per poi organizzarle nei pirottini di carta!

Un consiglio: conservare in frigorifero e consumare entro  3 giorni