Marmellata di zucca e zenzero La sPorta

La marmellata di zucca e zenzero

Cosa c’è di meglio che fare colazione con pane e marmellata?

Ecco una ricetta che non può mancare tra le nostre tante proposte. Soprattutto per quel retrogusto piccante che a noi piace davvero molto….

Per 3 vasetti da 150 gr circa:

Ingredienti: 500 gr di zucca cotta, 10 gr di zenzero in polvere, 1 limone bio, 370 gr di zucchero, 100 gr di acqua.

Preparazione: la zucca dovrà essere pesata cotta, dunque per avere 500 gr di zucca dovremo partire da circa 1,6 chilo di zucca con buccia. Possiamo anche usare lo zenzero fresco cercando di fare attenzione a non esagerare per non rendere la marmellata troppo piccante.  Procuriamoci inoltre dei barattoli con coperchio che dovranno essere sterilizzati. Sterilizzare i barattoli è un’operazione non troppo complicata ma un po’ lunga e dunque ci conviene cominciare due ore prima di cucinare al fine di trovare tutto già pronto al momento del travaso.

Preriscaldiamo il forno a 200 gradi, tagliamo la zucca a fette pulendola da semi e filamenti e posizioniamola in una leccarda da forno e inforniamo per 30 minuti. Dopo i minuti di rito togliamo dal forno e dividiamo la polpa dalla buccia, dovremmo ricavare 500 gr. per poi tagliarla a cubetti della stessa dimensione e poniamo il tutto in una casseruola. Aggiungiamo lo zenzero, buccia grattugiata e succo di limone.

In un pentolino sciogliamo lo zucchero con l’acqua mescolando per qualche minuto fino ad avere uno sciroppo che uniremo alla zucca già sul fuoco. Portiamo a bollore a fuoco lento per circa un’ora, teniamo d’occhio la marmellata, mescoliamola di tanto in tanto al fine di evitare che si attacchi sul fondo.

Dopo 45 minuti dal primo bollore togliamo la casseruola per pochi minuti dal fuoco, passiamo la marmellata con un frullatore ad immersione facendo attenzione agli schizzi (incandescenti) e riprendiamo la cottura per altri 15 minuti, fino alla sua completa cottura. La marmellata dovrà essere densa ma non troppo dura mentre cuoce – si raddenserà durante la fase di raffreddamento, ma in caso fosse ancora troppo liquida avrà bisogno di qualche altro minuto di cottura.

Prepariamoci al travaso nei barattoli aiutandoci con un mestolino. Riempiamoli fino a mezzo centimetro dal bordo e chiudiamoli ermeticamente. Capovolgiamoli (tappo in giù) e lasciamoli raffreddare coperti da un panno. Una volta raffreddati conserviamoli al buio. La confettura sarà perfetta da consumare dopo quindici giorni di riposo.

Ottima con il pane a colazione e a merenda sia per grandi che per piccini….

 

 

Ciambelle La sPorta

Ciambelle calde per tutti!

Oggi è giornata di ciambelle! Abbiamo aspettato una settimana che la nostra pasta madre crescesse.

E ora, possiamo cominciare a lavorarla a nostro piacimento. Cominciamo dalle ciambelle, perché, dopo tanta pazienza,  ci meritiamo un po’ di coccole.

Gli ingredienti: 500 gr di farina,  250 gr di pasta madre, 200 ml di latte tiepido, 50 gr di burro a temperatura ambiente, 80+50 (per la copertura) gr di zucchero, la scorza grattugiata di mezzo limone.

Procedimento: ieri sera abbiamo messo la pasta madre a sciogliere nel latte tiepido e  abbiamo aggiunto 250 grammi di farina e 80 di zucchero. Abbiamo impastato e lasciato risposare per tutta la notte.

Ora prendiamo l’impasto e uniamo gli ingredienti amalgamandoli. Lasciamo lievitare per un paio d’ore in una ciotola coprendo con un panno. Quando ha lievitato, riprendiamo l’impasto e stendiamolo creando uno spessore di mezzo centimetro. Formiamo dei dischi aiutandoci con un bicchiere o una tazza facendo un buco nel mezzo con un bicchierino da caffè. Adagiamo le ciambelle nella teglia su carta da forno e lasciamole lievitare ancora per un paio d’ore nel forno spento.

Accendiamo il forno a 160° e facciamo cuocere per 20 minuti circa controllando la cottura. Lasciamo raffreddare.

Per i più golosi: le ciambelle possono essere decorate spargendovi sopra lo zucchero, il cacao in polvere o decorandole con cioccolato fuso o glassa a piacimento.

Per chi avesse bambini in casa: facciamoli partecipare, più siamo, meglio stiamo: oltre ad essere divertente passeremo un pomeriggio indimenticabile!

Cornetto

Cornetti fragranti a colazione!

Per cominciare bene la giornata non c’è nulla di meglio che un cornetto caldo fragrante profumato a colazione! Per i più temerari che amano fare tutto da sé, oggi prepariamo i cornetti. E’ arrivato il momento di mettere alla prova le proprie capacità,  la lavorazione non è complicata ma richiede tempo. Ben 48 ore…

Abbiamo preparato la pasta madre? Tiriamola fuori dal frigo e diamoci da fare.

Gli ingredienti:300 gr di farina 00, 100 gr di farina Manitoba, 150 gr di pasta madre rinfrescata il giorno prima, 100 gr di zucchero semolato, 150 gr di latte intero fresco, 60 gr di burro, 1 uovo grande da 60 gr circa, 1 bustina di vanillina

L’occorrente per farcire: per la spennellatura,  1 albume d’uovo. Per la spolveratura: zucchero a velo. Per la farcitura: cioccolata, marmellata, miele.

Indossiamo la parannanza e cominciamo!

Sciogliamo  il lievito madre (rinfrescato ieri) nel latte e riponiamolo nell’impastatrice. Aggiungiamo la farina, il burro e l’uovo leggermente sbattuto.

Azioniamo l’impastatrice (ma per  chi non l’avesse dovrà usare la forza delle proprie braccia!)  fino a quando l’uovo non si è assorbito completamente, dopodiché andiamo ad unire lo zucchero e la vanillina.  Continuiamo ad impastare fino a quando tutto non risulti essere ben lucido e si stacchi facilmente dalla ciotola. Facciamo riposare il composto per circa 4 ore.

Passate le 4 ore di rito, prendiamo il panetto e lo dividiamo delicatamente in due. Stendiamo due cerchi che abbiano uno spessore non superiore al mezzo centimetro. Suddividiamo ogni cerchio in otto triangoli e su ognuno di essi riponiamo un cucchiaio di cioccolato, marmellata o miele (a piacere la farcitura).

Arrotoliamo i triangoli in modo da formare i cornetti. Riponiamo i dolci  su una teglia con carta forno e lasciamoli lievitare per tutta la notte nel forno spento.

Al mattino spennelliamo i cornetti con un tuorlo d’uovo mescolato ad un cucchiaino d’acqua o a qualche goccia di latte.

Facciamo cuocere e dorare i cornetti  a  180°  per circa 15 minuti.

Mettiamo la caffettiera sul fuoco e apparecchiamo la tavola.

La colazione è pronta!